I nostri prodotti

Nell’isola esiste una tradizione casearia antichissima, qualcuno sostiene la più antica d’Europa (Cantarelli, Betta), qui vive il secondo gregge ovino per numero di capi d’Italia ed esistono infinite utilizzazioni culinarie del formaggio. Eppure questo patrimonio straordinario è di difficile percezione non solo fuori dall’isola, anche nella Sicilia stessa, non c’è coscienza diffusa del valore culturale oltre che gastronomico di questo patrimonio.

A seguire i principali formaggi tradizionali siciliani valorizzati dal progetto Lactimed.

Provola dei Nebrodi

Caratteristiche

È il tradizionale caciocavallo di latte vaccino prodotto dai casari dei Monti Nebrodi, i cui pascoli si trovano in buona parte all’interno dell’omonimo parco naturale. Le dimensioni variano secondo l’area di produzione: si va dal chilogrammo nei Nebrodi nordoccidentali, al chilogrammo e mezzo o più nei Nebrodi centrali, per arrivare anche ai cinque chili nei Nebrodi orientali. La forma è ovoidale, con la classica testina tipica dei caciocavalli (utilizzata per legarlo e appenderlo per la stagionatura). Le forme hanno buccia liscia, lucida, di colore paglierino ambrato. Si può mangiare fresca ma il sapore, con la stagionatura, varia piacevolmente dal dolce al piccantino.
Online Drugstore,cialis compare discount price,Free shipping,buy clomid mastercard,Discount 10%order cheap levitra






Formaggio da tavola che, a seconda della stagionatura, si accosta a vini bianchi o rossi.

@ 2014 Slow Food - All rights reserved - C.F. 91008360041 - Powered by BODA' Comunicazione - BODACOM